Parco di Monte Cucco

Umbria

Il Parco di Monte Cucco


Il monte Cucco (1.566 m s.l.m.) è una delle montagne più alte dell’Umbria. Il suo territorio è compreso nei comuni di Fossato di Vico, Costacciaro, Scheggia e Pascelupo, e Sigillo.

Il parco del Monte Cucco è una area naturale protetta istituita dalla regione Umbria nel 1995.

Con i suoi 100 km di sentieri numerati è il luogo ideale per chi ama la natura.

I boschi di faggio del Monte Cucco - detti “faggete” - insieme a quelli del vicino monte Catria sono fra i più estesi, sviluppati ed integri dell'intero Appennino umbro-marchigiano.

Il faggio (Fagus sylvatica) rappresenta dunque l'essenza arborea dominante nel massiccio del Cucco al di sopra degli 800/1000 m. di quota, specie nelle stazioni vallive più fresche e riparate dai venti caldi e secchi.

Al di sotto di una certa quota, o di taluni versanti più secchi ed assolati, il faggio si consocia ad altre specie arboree, quali il cerro (Quercus cerris), il carpino nero (Ostrya carpinifolia), ed il frassino maggiore (Fraxinus excelsior) e allora la sua presenza si fa puntiforme, “a macchia di leopardo”. Le sue formazioni divengono in tal modo rilevabili soprattutto in autunno, quando le chiome cominciano a rosseggiare, creando un paesaggio dalle sfumature incredibilmente belle.

Tra i sentieri più interessanti:

Il sentiero n.4 lambisce un canyon scavato dal Rio Freddo un ruscello che dalla cima del Monte Cucco, Pian delle Macinare, scende a picco generando dei “salti” di diversi metri fra le rocce. Magnifico dal punto di vista naturalistico, offre l’opportunità ai più ardimentosi di praticare il canyoning o torrentismo… esperienza unica in uno scenario incredibilmente bello.

L'escursione va prenotata ed effettuata con guide esperte di questo sport che vi forniranno anche l'equipaggiamento necessario


Tutti i sentieri sono scaricabili in gps sul sito www.parks.it